Cerca
Close this search box.

Che cos’è l’insufficienza di convergenza?

L’insufficienza di convergenza è una condizione in cui gli occhi sono non sono in grado di funzionare insieme quando guardano oggetti vicini. Il nostro cervello combina le informazioni ricevute da entrambi gli occhi per vedere gli oggetti in modo chiaro e in un’unica immagine.

Gli occhi devono convergere e concentrarsi sullo stesso punto. Per preservare la convergenza e l’allineamento degli occhi quando gli oggetti si avvicinano al viso, gli occhi devono piegarsi verso l’interno. Le persone con CI hanno difficoltà a convergere e a mantenere l’allineamento degli occhi.Gli occhi tendono ad allontanarsi invece di rimanere correttamente allineati quando si cerca di concentrarsi su attività ravvicinate.

Che cos'è l'insufficienza di convergenza?

Convergenza degli occhi

La convergenza oculare, nota anche come convergenza, si riferisce al movimento coordinato di entrambi gli occhi verso l’interno per mettere a fuoco un oggetto vicino. Questo processo cruciale ci permette di mantenere una visione chiara e nitida degli oggetti vicini.

Quando guardiamo qualcosa di vicino, i muscoli degli occhi si contraggono per dirigere entrambi gli occhi verso il punto di messa a fuoco, consentendoci di percepire con precisione i dettagli. La convergenza è una funzione oculare automatica essenziale per le attività quotidiane come leggere, scrivere e lavorare al computer.

Tuttavia, alcuni problemi di vista possono compromettere la capacità degli occhi di convergere correttamente, causando affaticamento visivo e difficoltà a vedere da vicino.

Quanto è comune l’insufficienza di convergenza?

L’insufficienza di convergenza è una delle condizioni visive più comunipoiché colpisce fino al 17% degli individui (bambini e adulti). La condizione è più comunemente riscontrata nei bambini e nei giovani adulti e può essere sottodiagnosticata o mal diagnosticata, in quanto alcuni individui possono non rendersi conto di avere la condizione o attribuire i loro sintomi ad altri fattori.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ricevete consigli utili, contenuti approfonditi e le ultime notizie dal campo della terapia della visione e del miglioramento del nostro senso più prezioso: la vista!

Sintomi dell’insufficienza di convergenza

I sintomi dell’IC possono variare da persona a persona e non sempre sono immediatamente visibili. Alcuni dei segni e dei sintomi più comuni sono

  1. Affaticamento oculare:
    Sensazione di stanchezza o di disagio dopo brevi periodi di lettura o di utilizzo dello schermo.
  2. Doppia visione:
    Vedere più immagini o testi sovrapposti quando si guardano oggetti vicini. La visione doppia o sfocata si verifica perché un occhio non è in grado di ruotare verso l’interno al livello richiesto.
  3. Visione offuscata:
    Difficoltà a mantenere una visione nitida, soprattutto nelle attività da vicino.
  4. Mal di testa:
    Frequenti mal di testa, spesso localizzati intorno agli occhi o alla fronte.
  5. Affaticamento della vista in situazioni specifiche:
    I sintomi peggiorano durante le attività che richiedono una concentrazione prolungata, come la lettura o l’uso di dispositivi digitali. Quando leggono o svolgono attività lavorative ravvicinate per lunghi periodi di tempo, le persone con IC spesso accusano visione annebbiata o doppia, affaticamento degli occhi e dolore.
  6. Affaticamento degli occhi:
    Sensazione di occhi stanchi, doloranti o pesanti, soprattutto dopo aver lavorato a lungo da vicino.
  7. Cinetosi:
    Sensazione di nausea, vertigini o malessere quando si è esposti al movimento, in particolare durante attività come la lettura o la guida.
  8. Riduzione dell’efficienza di lettura:
    Difficoltà nella velocità e nella comprensione della lettura e necessità di rileggere le cose a causa di un disagio visivo. I soggetti hanno difficoltà a concentrarsi su ciò che stanno leggendo, le parole sembrano muoversi, saltare o fluttuare sulla pagina, hanno mal d’auto o vertigini.

Cause dell’insufficienza di convergenza

La causa specifica dell’insufficienza di convergenza non è nota. Tuttavia, si ritiene che sia legato a una combinazione di fattori, tra cui:

  1. Squilibrio dei muscoli oculari:
    Debolezza o scarsa coordinazione dei muscoli responsabili della convergenza degli occhi.
  2. Genetica:
    Può esistere una predisposizione genetica allo sviluppo dell’IC.
  3. Lavoro ravvicinato prolungato: L’uso eccessivo di dispositivi digitali, la lettura o altre attività ravvicinate possono contribuire allo sviluppo dell’IC.
  4. Traumi o fattori neurologici:
    In alcuni casi, lesioni alla testa o condizioni neurologiche possono essere associate all’IC. Infezioni, lesioni cerebrali traumatiche, alcuni farmaci, malattie neurodegenerative, miastenia grave o oftalmopatia di Graves possono causare insufficienza di convergenza.

Come viene diagnosticata l’insufficienza di convergenza?


L’insufficienza di convergenza viene generalmente diagnosticata attraverso un esame oculistico completo eseguito da un professionista della vista, come un optometrista o un oftalmologo. Il processo diagnostico può comprendere le seguenti fasi:

  1. Valutazione dei sintomi: Lo specialista inizierà a chiedere al paziente quali sono i suoi sintomi e le eventuali difficoltà che incontra nelle attività di visione da vicino, come la lettura o l’uso di dispositivi elettronici.
  2. Test dell’acuità visiva:Questo test valuta la capacità del paziente di vedere a varie distanze utilizzando una tabella oculistica. Aiuta a determinare se ci sono problemi di chiarezza visiva.
  3. Valutazione della visione binoculare:La visione binoculare si riferisce alla capacità degli occhi di lavorare insieme come una squadra. Test come il cover test e il cover test alternato sono comunemente utilizzati per valutare la visione binoculare e rilevare eventuali disallineamenti degli occhi.
  4. Test del punto di convergenza vicino (NPC):Questo test misura il punto in cui gli occhi iniziano a divergere o a perdere l’allineamento quando si mette a fuoco un oggetto vicino. Al paziente viene chiesto di concentrarsi su un piccolo bersaglio (come la punta di una penna o una piccola lettera) che viene avvicinato al naso fino a quando non si verifica una visione doppia o gli occhi deviano verso l’esterno.
  5. Misurazione dell’ampiezza di convergenza: Questo test misura la capacità degli occhi di convergere completamente quando si mette a fuoco un oggetto vicino. Aiuta a determinare l’intervallo di convergenza e se rientra nei limiti normali.
  6. Valutazione dell’accomodazione: L’accomodazione si riferisce alla capacità degli occhi di mettere a fuoco oggetti a distanze diverse. Il test di accomodazione può aiutare a identificare eventuali problemi di capacità di messa a fuoco che possono contribuire all’insufficienza di convergenza.
  7. Test aggiuntivi: A seconda dei casi, possono essere eseguiti altri esami, come una valutazione completa della salute degli occhi o test di imaging specializzati, per escludere altre potenziali cause di problemi alla vista.

Per poter diagnosticare con precisione l’IC, il medico deve effettuare almeno le misurazioni del punto di convergenza vicino, dell’esodeviazione, dell’accomodazione e della vergenza fusionale positiva.

Test dell’insufficienza di convergenza a domicilio

Sebbene una valutazione completa da parte di un oculista sia il modo più affidabile per diagnosticare problemi di convergenza oculare come l’insufficienza di convergenza, esiste un semplice test che si può eseguire a casa e che può indicare potenziali problemi.

Test del punto di convergenza (TPC):

  • Tenete un piccolo oggetto, come una penna o una matita, a distanza di un braccio e concentratevi su di esso.
  • Avvicinare lentamente l’oggetto al naso mantenendo la concentrazione.
  • Fermatevi quando notate che l’oggetto sembra sdoppiarsi, confondersi o allontanarsi.
  • Misurare la distanza tra gli occhi e l’oggetto quando si verificano questi sintomi. Di norma, questa distanza dovrebbe essere di circa 6 centimetri o meno. Se si scopre che è significativamente più lontano, potrebbe indicare un’insufficienza di convergenza.

Trattamento dell’insufficienza di convergenza

La buona notizia è che l’insufficienza di convergenza può essere trattata in modo efficace.

Terapia visiva


Terapia visiva: Il trattamento principale per l’insufficienza di convergenza è la la terapia visiva. Secondo i risultati di uno studio condotto dal Convergence Insufficiency Treatment Trial Group, la terapia della visione è ilmetodo più efficace per migliorare sia la convergenza che i sintomi del paziente.

La terapia della visione è un programma personalizzato di esercizi e attività per gli occhi, progettato per rafforzare i muscoli oculari e migliorare le capacità di cooperazione oculare. La terapia della visione mira a riqualificare la connessione cervello-occhi, consentendo agli occhi di lavorare insieme in modo più efficiente.

Programmi di terapia a domicilio

Oggi esistono programmi informatici, come ad esempio AmblyoPlayche possono aiutare a migliorare la capacità di convergenza e a seguire i progressi nel tempo. I sintomi di solito scompaiono una volta eseguiti regolarmente gli esercizi per un breve periodo di tempo.

Esercizi per le corde di Brock

Corda di Brock è uno strumento utilizzato nella terapia della visione in cui una corda con più perline colorate viene appesa verticalmente. Il paziente si concentra su diverse perline avvicinandole o allontanandole, il che aiuta a migliorare le capacità di convergenza.

Strumento di terapia visiva corda di Brock

“Flessioni” con la matita

Flessioni con la matita è un esercizio specifico in cui il paziente tiene un piccolo oggetto, come una matita, a distanza di un braccio e lo avvicina gradualmente al naso mantenendo la concentrazione. Questo aiuta a rafforzare i muscoli oculari responsabili della convergenza.

Lenti a prisma

Inoltre, gli oculisti raccomandano spesso alcuni esercizi per gli occhi. Guardare attraverso gli occhiali prismatici potrebbe essere uno di questi esercizi. Tuttavia, l’approccio con occhiali prismatici viene utilizzato solo quando una persona non è in grado di sottoporsi alla terapia visiva o non riesce a farlo.

Chirurgia

Data l’efficacia della terapia visiva, raramente viene preso in considerazione l’intervento chirurgico.

L’occlusione oculare può essere utile per l’insufficienza di convergenza?

Coprire un occhio con una benda non aiuta a correggere l’IC perché non permette di esercitarsi a lavorare con entrambi gli occhi contemporaneamente. Tuttavia, può alleviare temporaneamente i sintomi.

Applicazione di esercizi per l’insufficienza di convergenza: Storie di successo di AmblyoPlay

Sì, AmblyoPlay è anche una terapia visiva per l’insufficienza di convergenza.

AmblyoPlay tratta l'insufficienza di convergenza
Delta, OH

Havilah: “Abbiamo visto grandi progressi”.

Mia figlia l’ha usato per aiutarsi con la sua insufficienza di convergenza. Dopo sei mesi di utilizzo, abbiamo visto grandi progressi. Sei mesi di terapia ottica sarebbero costati alla nostra famiglia oltre 3.000 dollari. Questo numero era astronomico per la nostra famiglia, che era stata colpita duramente durante la pandemia. Siamo molto grati di aver trovato qualcosa di conveniente e così facile da usare. Adora i giochi. Apprezzo le valutazioni che vengono fatte regolarmente e anche il feedback è buono. Grazie Amblyoplay!

Consiglio vivamente AmblyoPlay per l'insufficienza di convergenza.
Brandon, FL

Olivia: “Consiglio vivamente AmblyoPlay”.

La mia esperienza con AmblyoPlay è stata molto buona. Ho un’insufficienza di convergenza che ha influenzato la mia capacità di leggere, il che era un grande problema per me. AmblyoPlay mi ha aiutato molto e vedo molto meglio. La adesione è fondamentale nell’allenamento. Bisogna allenarsi tutti i giorni e non si può stare settimane senza allenarsi, altrimenti non si vedranno i risultati desiderati. Nel complesso, consiglio vivamente Amblyoplay.

Ho trattato l'insufficienza di convergenza con AmblyoPlay e non ho più emicranie.
Boise, ID

Morgan: “Niente più emicranie!”.

Niente più emicranie! Mio figlio di 10 anni soffriva di frequenti emicranie e soffre di ADHD e dislessia. Gli è stata diagnosticata insufficienza di convergenzache probabilmente era la causa delle emicranie. 4 mesi di AmblyoPlay e le emicranie sono scomparse!

Richiedete oggi stesso la vostra AmblyoPlay Vision Therapy!

Adulti

Poiché l’insufficienza di convergenza non è una condizione che si può superare, è presente sia nei bambini che negli adulti. Secondo una ricerca condotta dal gruppo Convergence Insufficiency Treatment Trial, gli adulti hanno mostrato miglioramenti significativi dopo aver ricevuto una terapia visiva in ufficio.

Secondo lo studio, il 50% degli adulti ha dichiarato di aver “migliorato la vista” o di essere “guarito” dopo 12 settimane di trattamento. Lo studio ha concluso che, con il proseguimento delle sedute, potrebbe esserci stato un aumento del numero di adulti con IC che hanno mostrato miglioramenti grazie alla terapia della visione.

Sulla base di questi risultati, la ricerca suggerisce che con un programma di terapia della visione, Gli adulti con IC possono ancora imparare a utilizzare le loro capacità di convergenza fusionale per ottenere una visione chiara e singola. La terapia visiva aiuta a migliorare la coordinazione dei muscoli oculari e allena il cervello a utilizzare le capacità appropriate per una visione binoculare precisa e confortevole. L’insufficienza di convergenza può essere trattata con successo anche negli adulti!

Domande frequenti

Che cos’è l’insufficienza di convergenza?

L’insufficienza di convergenza è una condizione in cui gli occhi non sono in grado di funzionare insieme quando guardano oggetti vicini.

Come faccio a sapere che ho un’insufficienza di convergenza?

Si può sospettare di esserne affetti se si manifesta uno dei sintomi, come affaticamento degli occhi, visione doppia, visione offuscata, mal di testa, affaticamento degli occhi, cinetosi, riduzione dell’efficienza di lettura, ecc. Per una corretta valutazione e diagnosi si consiglia di rivolgersi a un oculista.

Quali sono le cause dell’insufficienza di convergenza?

La causa esatta dell’insufficienza di convergenza non è del tutto nota, ma si ritiene che sia legata a una combinazione di fattori, tra cui lo squilibrio dei muscoli oculari, la genetica, il lavoro prolungato da vicino, i traumi e i fattori neurologici.

Esiste un trattamento per l’insufficienza di convergenza?

L’insufficienza di convergenza può essere trattata efficacemente. Il trattamento più comune e di successo per l’insufficienza di convergenza è la terapia visiva.

L’insufficienza di convergenza può essere trattata con la terapia della visione?

Sì, la terapia visiva è il trattamento più comune ed efficace per l’insufficienza di convergenza.

Che cos’è AmblyoPlay?

AmblyoPlay è una soluzione per la terapia visiva che si svolge attraverso giochi ed esercizi terapeutici sul tablet o sul computer per 30 minuti al giorno. Grazie agli esercizi che si adattano a ogni paziente e alle sue esigenze specifiche, è la soluzione ideale per problemi come l’occhio pigro, lo strabismo, l’insufficienza di convergenza, la visione doppia o altri problemi binoculari.

Scarica 5 semplici esercizi per gli occhi

Fate crescere la vostra visione con 5 semplici attività che potete svolgere a casa vostra!

Thanks for subscribing!

Here is a coupon code for 5% discount on AmblyoPlay Vision Therapy

COUPON: NEWS5
Perché suggeriamo un tempo minimo di 6 mesi per il successo?

Sulla base dei dati di oltre 15.000 pazienti che hanno utilizzato AmblyoPlay, i miglioramenti iniziano entro 4 mesi, mentre i risultati ottimali richiedono in media dai 6 ai 18 mesi. La durata dell’allenamento necessario dipende dall’età del paziente, dalla gravità del problema, dalle patologie che lo accompagnano e dall’adesione al programma di allenamento.