Cerca
Close this search box.

Che cos’è l’occhio pigro o ambliopia?

Occhio pigro noto in medicina come ambliopia è un comune disturbo della vista che colpisce sia i bambini che gli adulti. Nonostante la sua prevalenza, molte persone non conoscono questa condizione e le sue implicazioni per la vista.

In questo post esploreremo che cos’è l’occhio pigro o ambliopia, le sue cause, i segni e i sintomi, come diagnosticarlo e quali sono i trattamenti disponibili. Inoltre, esamineremo anche gli adulti con occhio pigro e le relative opzioni di trattamento.

Che cos’è l’ambliopia?

L’ambliopia (o occhio pigro) è un disturbo della vista che è il risultato di sviluppo inadeguato della visione durante i primi anni di vita.

Si tratta di una è una condizione in cui il collegamento tra il cervello e gli occhi si rompe. Di conseguenza, il cervello non è in grado di riconoscere la vista da un occhio e si affida sempre più all’altro occhio, più forte. Con il tempo, la visione dell’occhio più debole si deteriora. In poche parole, è quando un occhio è meno sviluppato dell’altro che il cervello inizia a fare più affidamento sull’occhio sano.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ricevete consigli utili, contenuti approfonditi e le ultime notizie dal campo della terapia della visione e del miglioramento del nostro senso più prezioso: la vista!

Il cervello imparerà a non considerare l’immagine proveniente dall’occhio più debole se non si segue una terapia adeguata. È possibile che ciò comporti problemi visivi a lungo termine.

Quanto è comune l’occhio pigro o l’ambliopia?

Anche se può sembrare un problema di nicchia, fino al 5% dei bambini soffre di ambliopia (ovvero più di 130 milioni nel mondo). È la causa più comune di disabilità visiva nei bambini.

Tuttavia, i dati epidemiologici sulla prevalenza dell’ambliopia variano notevolmente a seconda dei paesi e dei periodi. Ciononostante, rimane un problema visivo globale rilevante e le iniziative di salute pubblica per lo screening precoce, il trattamento e la gestione sono fondamentali. Tuttavia, c’è una buona notizia: l’ambliopia può essere curata con successo con esercizi e trattamenti regolari.

“Se l’ambliopia viene trattata precocemente, è una delle condizioni più semplici che possiamo trattare efficamente.”

Cause dell’occhio pigro

Un’ampia gamma di fattori hanno un effetto sulle connessioni nervose del cervello che hanno il compito di elaborare correttamente le funzioni della vista. Le condizioni che possono portare all’occhio pigro sono: strabismo, genetica, livelli diversi di visione in ciascuno degli occhi, danni a uno degli occhi dovuti a traumi, abbassamento di una delle palpebre, carenza di vitamina A, ulcera o cicatrice corneale, interventi chirurgici agli occhi, disturbi della vista e glaucoma.

Le cause più comuni includono:

1. Strabismo (occhi incrociati): Lo strabismo è una condizione in cui gli occhi non si allineano correttamente. Un occhio può essere rivolto verso l’interno (esotropia), verso l’esterno (exotropia), verso l’alto (ipertropia) o verso il basso (ipotropia). Il disallineamento può portare il cervello a privilegiare un occhio rispetto all’altro, causando la pigrizia dell’occhio trascurato.

2. Difetti di rifrazione: errori come la miopia, l’ipermetropia o l’astigmatismo possono causare una messa a fuoco disuguale tra i due occhi. Quando un occhio ha una messa a fuoco significativamente migliore dell’altro, il cervello può affidarsi maggiormente all’occhio con una visione migliore, causando ambliopia nell’altro occhio.

3. Ostruzione della vista: Qualsiasi condizione che ostruisca o ostacoli la visione chiara in un occhio può contribuire all’occhio pigro. Tra queste, condizioni come la cataratta, la ptosi (palpebra cadente) o un’anomalia oculare congenita.

4. Condizioni oculari infantili: Alcune patologie oculari che si verificano nell’infanzia, come la cataratta congenita, il glaucoma infantile o i disturbi della retina, possono interferire con il normale sviluppo visivo e portare all’ambliopia.

5. Storia familiare: L’occhio pigro può essere presente nelle famiglie, il che suggerisce una componente genetica. Se un familiare stretto ha o ha avuto l’occhio pigro, può esserci un rischio maggiore per un individuo di sviluppare la condizione.

occhio pigro

Segni e sintomi dell’occhio pigro

I sintomi dell’occhio pigro sono pochi. I sintomi più comuni dell’occhio pigro sono:

Visione ridotta


Il sintomo principale dell’occhio pigro è la riduzione della vista in un occhio, che non può essere corretta con occhiali o lenti a contatto. La visione dell’occhio pigro è in genere più scarsa di quella dell’altro occhio.

Scarsa percezione della profondità

L’occhio pigro può influire sulla percezione della profondità, rendendo difficile valutare le distanze con precisione. Ciò può comportare goffaggine o problemi nelle attività che richiedono una buona percezione della profondità, come praticare sport o guidare.

Socchiudere o chiudere un occhio

I soggetti affetti da occhio pigro possono strizzare o chiudere un occhio per cercare di compensare la riduzione della vista nell’occhio colpito. Questo può essere un segnale di difficoltà nella visione.

Scarsa coordinazione oculare

L’occhio pigro può causare una scarsa coordinazione oculare, con conseguenti problemi nel seguire gli oggetti in movimento o difficoltà nelle attività che richiedono la collaborazione di entrambi gli occhi, come leggere o prendere una palla.

Inclinazione o rotazione persistente della testa

In alcuni casi, i soggetti affetti da occhio pigro possono inclinare o girare la testa da un lato per migliorare la visione utilizzando l’occhio migliore.

Strabismo

L’occhio pigro è spesso associato allo strabismo, una condizione in cui gli occhi non si allineano correttamente. Un occhio può essere rivolto verso l’interno, verso l’esterno, verso l’alto o verso il basso, causando un disallineamento degli occhi.

Altri sintomi dell’ambliopia

Anche la presenza di un tremolio persistente degli occhi e i risultati atipici dei test di screening della vista possono essere sintomi di ambliopia. Potete dare un’occhiata al nostro post sul blog che parla dell’individuazione dei segni precoci di ambliopia.

Uno dei sintomi dell'occhio pigro o dell'ambliopia è lo strabismo o la chiusura degli occhi.

Diagnosi di ambliopia

Quando si verifica un problema, spesso genitori e figli non lo riconoscono. La diagnosi può essere fatta attraverso una regolare visita oculistica, tra i 6 e i 12 mesi di età, quando i bambini dovrebbero sottoporsi alla prima visita oculistica.

Anche i problemi oculistici generali sono spesso esaminati dai pediatri. In generale, una visita oculistica viene eseguita per verificare lo stato di salute degli occhi, la presenza di un occhio vagante, di una disparità di visione tra gli occhi o di una visione compromessa in entrambi gli occhi.

L’ambliopia, comunemente nota come occhio pigro, viene generalmente diagnosticata attraverso una visita oculistica completa eseguita da un professionista della vista, come un oftalmologo o un optometrista. La diagnosi di ambliopia prevede diverse fasi, tra cui:

1. Test dell’acuità visiva: L’oculista valuterà l’acuità visiva di ciascun occhio separatamente utilizzando una tabella oculistica, in genere la tabella di Snellen. Alla persona sottoposta al test viene chiesto di leggere lettere o identificare simboli a varie distanze. Questo test aiuta a identificare qualsiasi differenza significativa nella visione tra i due occhi.

2. Test di rifrazione: Questo test viene eseguito per determinare se la persona presenta errori di rifrazione, come miopia, ipermetropia o astigmatismo. Gli difetti di rifrazione possono contribuire allo sviluppo dell’ambliopia.

3. Allineamento oculare e valutazione della visione binoculare: L’oculista esaminerà l’allineamento degli occhi per verificare l’eventuale presenza di strabismo, ovvero un disallineamento degli occhi. Verrà inoltre valutata la visione binoculare, che si riferisce alla capacità di entrambi gli occhi di lavorare insieme in modo efficace.

4. Esame della pupilla: Il medico può eseguire un esame della pupilla per verificare la presenza di eventuali anomalie che potrebbero essere associate all’ambliopia.

5. Esami supplementari: In alcuni casi, possono essere eseguiti altri esami per valutare la salute generale degli occhi, come un esame della retina o esami di imaging.

Scarica 5 semplici esercizi per gli occhi

Fate crescere la vostra visione con 5 semplici attività che potete svolgere a casa vostra!

Trattamento dell’occhio pigro

Sono note diverse possibilità per il trattamento dell’occhio pigro. Tuttavia, il trattamento dell’ambliopia viene solitamente suddiviso in:

(a) trattamento della causa e
(b) trattamento dell’ambliopia stesso.

Occhiali correttivi

Gli occhiali e le lenti possono essere d’aiuto in caso di ambliopia dovuta a miopia o ipermetropia o se si soffre di astigmatismo in un occhio. Gli occhiali possono anche aiutare a riallineare uno strabismo e, in rare situazioni, anche a correggere l’ambliopia senza bisogno di ulteriori terapie.

Occlusione con un cerotto

Inoltre, la terapia dell’occlusione (eye patching) utilizzando una benda sull’occhio è un’altra possibile soluzione. Questo metodo consiste nel coprire l’occhio più forte con una benda per diverse ore al giorno, costringendo il cervello a fare maggiore affidamento sull’occhio più debole. Applicando il cerotto, rafforziamo l’occhio più debole e di conseguenza miglioriamo la visione. Possiamo semplicemente coprire la lente se l’individuo porta gli occhiali.

Gocce oculari di atropina

Invece di usare un cerotto o una benda sull’occhio, si può usare un collirio a base di atropina per offuscare la visione nell’occhio più forte (sano), favorendo allo stesso modo l’uso dell’occhio più debole. Analogamente alle bende sugli occhi, si incoraggia l’occhio più debole a usarlo di più, mentre si offusca la visione dell’occhio buono. In caso di occhi sbarrati o di occhi non allineati, è possibile ricorrere alla chirurgia dei muscoli oculari.

Terapia visiva

La terapia visiva prevede una serie di esercizi e attività volte a migliorare la coordinazione e il funzionamento degli occhi. Può includere attività come esercizi di messa a fuoco, esercizi di inseguimento oculare e allenamento della percezione visiva. La terapia visiva viene spesso utilizzata in combinazione con cerotti o colliri a base di atropina.

L'occlusione con un cerotto è un'opzione per il trattamento dell'occhio pigro.

Terapia visiva gamificata per il trattamento dell’occhio pigro: AmblyoPlay

AmblyoPlay è una terapia visiva che consiste nel giocare a giochi terapeutici con una combinazione di occhiali anaglifi (filtro rosso e verde). Negli ultimi decenni si stanno affermando metodi attivi di allenamento dell’occhio pigro.

Utilizzando diversi esercizi e attività, possiamo migliorare l’occhio pigro e allenare il sistema visivo per sviluppare una visione sana. La terapia della visione viene eseguita sul tablet o sul computer, quindi non è necessario acquistare altre apparecchiature.

Inoltre, l’uso di lenti rosse e verdi consente un eccellente controllo delle caratteristiche dello stimolo. Quando si posiziona un filtro rosso sull’occhio destro e un filtro verde sull’occhio sinistro, l’occhio destro vede solo i bersagli rossi e l’occhio sinistro solo quelli verdi, che permette di vedere con entrambi gli occhi allo stesso tempo.

I ricercatori hanno scoperto che i trattamenti che includono attività divertenti hanno una percentuale più alta di adesione. Come videogiochi sono molto coinvolgenti, si ottiene una maggiore adesione. I programmi terapeutici con un alto grado di adesione hanno effetti terapeutici relativamente elevati.

AmblyoPlay Vision Therapy per il trattamento dell’occhio pigro nei bambini

Sudafrica

Sarah: “Consiglierei assolutamente AmblyoPlay ad altri”.

Abbiamo trovato AmblyoPlay molto utile e in genere riusciamo a portare nostra figlia di quattro anni con occhio pigro a fare le sue due sessioni di “allenamento quotidiano” senza troppi problemi. Le è piaciuto molto poter “comprare” nuovi capi d’abbigliamento per i suoi personaggi ed è sempre molto eccitata quando riceve un nuovo personaggio. Raccomanderei assolutamente e senza esitazione AmblyoPlay ad altri.

Mosta, Malta

Karl: “Altamente raccomandato!”

Abbiamo utilizzato Amblyoplay negli ultimi sei mesi e abbiamo notato un ottimo miglioramento nell’occhio pigro di mio figlio. I giochi sono divertenti e interattivi e lui si è divertito a giocare e a raccogliere gemme. Altamente raccomandato!

Chirurgia: Quando l’ambliopia è causata dallo strabismo

Nei casi in cui l’ambliopia è causata da strabismo (disallineamento degli occhi), intervento chirurgico può essere consigliato per riallineare gli occhi. Inoltre, la chirurgia può contribuire a migliorare l’allineamento e la coordinazione degli occhi, con un impatto positivo sulla funzione visiva.

Adulti

Anche se il trattamento dell’occhio pigro può essere più efficace nei bambini, possono essere trattati anche gli adulti per questo disturbo oculare. Per decenni si è ritenuto che l’ambliopia potesse essere trattata solo nei bambini di età inferiore ai dieci anni.

Tuttavia, un recente studio del National Eye Institute ha rilevato che l’occhio pigro può essere trattato con successo nei bambini di 17 anni e persino negli adulti. Pertanto, possiamo concludere che non è mai troppo tardi per trattare l’occhio pigro. Gli adulti che hanno utilizzato AmblyoPlay hanno avuto effetti positivi sorprendenti nell’allenamento della vista.

Il trattamento AmblyoPlay negli adulti con occhio pigro

Revisione di AmblyoPlay
Ipswich, Regno Unito

Sumit: ”Consiglio vivamente AmblyoPlay a prescindere dall’età”.

Salve, ho 30 anni. Utilizzo AmblyoPlay da 6 mesi. È un’ottima applicazione. Sceglie i giochi in modo casuale e ti aiuta a migliorare la visione dell’occhio pigro. Se praticato quotidianamente, si possono percepire i miglioramenti. Basta mantenere un buon livello di allenamento e vedrete che le vostre prestazioni di gioco miglioreranno, anche la visione doppia si sta riducendo. È altamente raccomandato a tutti coloro che desiderano trattare l’ambliopia, indipendentemente dall’età. Sarebbe bello ricevere promemoria giornalieri e settimanali per non saltare la pratica.

Domande frequenti

Che cos’è l’occhio pigro?

L’occhio pigro, noto in medicina come ambliopia, è una condizione in cui il collegamento tra il cervello e gli occhi si interrompe. Di conseguenza, il cervello non è in grado di riconoscere la vista da un occhio e con il tempo si affida sempre più all’altro occhio, quello più forte, mentre la visione dell’occhio più debole si deteriora.

Come faccio a sapere se ho l’occhio pigro?

Alcuni segni e sintomi che possono indicare la presenza dell’occhio pigro sono la scarsa percezione della profondità, la riduzione della vista in un occhio, lo strabismo o la chiusura di un occhio, l’inclinazione della testa e la difficoltà nella motricità fine. Tuttavia, se si sospetta che voi o qualcuno che conoscete possa avere l’occhio pigro, è essenziale consultare un optometrista o un oftalmologo per una visita oculistica completa.

Quali sono le cause dell’occhio pigro?

Ci sono diversi fattori che possono contribuire allo sviluppo dell’occhio pigro. Si tratta di strabismo, errori di rifrazione, alcune condizioni oculari (ad esempio, cataratta), ostruzione o deprivazione oculare e anamnesi familiare.

Esiste un trattamento per l’occhio pigro?

Sì, il trattamento dell’occhio pigro prevede l’uso di occhiali correttivi (occhiali o lenti a contatto), di cerotti, di gocce di atropina e/o di terapia visiva.

La terapia visiva può trattare l’occhio pigro?

Sì, la terapia visiva è un trattamento efficace per gli occhi pigri. Si tratta di una serie di esercizi e attività personalizzate per migliorare la coordinazione oculare, la percezione della profondità, la capacità di messa a fuoco e l’elaborazione visiva.

Che cos’è AmblyoPlay?

AmblyoPlay è una soluzione per la terapia visiva che si svolge attraverso giochi ed esercizi terapeutici sul tablet o sul computer per 30 minuti al giorno. Grazie agli esercizi che si adattano a ogni paziente e alle sue esigenze specifiche, è la soluzione ideale per problemi come l’occhio pigro, lo strabismo, l’insufficienza di convergenza, la visione doppia o altri problemi binoculari.

Thanks for subscribing!

Here is a coupon code for 5% discount on AmblyoPlay Vision Therapy

COUPON: NEWS5
Perché suggeriamo un tempo minimo di 6 mesi per il successo?

Sulla base dei dati di oltre 15.000 pazienti che hanno utilizzato AmblyoPlay, i miglioramenti iniziano entro 4 mesi, mentre i risultati ottimali richiedono in media dai 6 ai 18 mesi. La durata dell’allenamento necessario dipende dall’età del paziente, dalla gravità del problema, dalle patologie che lo accompagnano e dall’adesione al programma di allenamento.